Il sistema sanitario lombardo punta sulla tecnologia Oracle

Tags: ict, news, Oracle, regione Lombardia, sistema informativo, tecnologie

immagineL’azienda ICT di Regione Lombardia ha confermato la preferenza per i sistemi Oracle SPARC, su cui già da tempo poggia il Sistema Informativo Socio Sanitario della regione, con un’evoluzione verso il nuovo modello M5-32.
L’erogazione efficiente e senza interruzioni di servizi critici al cittadino richiede di fare affidamento su sistemi affidabili e ad alte prestazioni. È per questo che Lombardia Informatica appoggia già da anni sui server Oracle SPARC il SISS (Sistema Informativo Socio Sanitario) di Regione Lombardia. Nell’ottica di accompagnare un ulteriore sviluppo del sistema, la società ICT della Regione intende evolvere verso il nuovo Oracle SPARC M5-32 per garantirsi prestazioni ancora più elevate e una migliore gestibilità.
Lombardia Informatica, la società di servizi della Regione Lombardia che ha l’obiettivo di innovare i servizi e incrementare la produttività del Sistema Regionale attraverso l’ICT, evolverà verso il nuovo sistema Oracle SPARC M5-32 per favorire lo sviluppo del Sistema Informativo Socio Sanitario (SISS), che già da tempo si appoggia su server Oracle SPARC, verso nuovi livelli di performance e affidabilità.

Attraverso il SISS, inteso come rete di comunicazione e cooperazione telematica del sistema socio-sanitario regionale, Regione Lombardia, tramite la sua società in house Lombardia informatica, ha collegato negli anni scorsi tutti i circa 150.000 Operatori (Amministrativi e Medici di AO e ASL, Medici di famiglia, Farmacie, Enti erogatori di prestazioni pubblici e privati) e ha pianificato per i prossimi anni un percorso di ulteriore evoluzione del SISS, che vuole portare al rafforzamento del sistema di Fascicolo Sanitario Elettronico, all’introduzione di nuovi servizi al cittadino, a una sempre più spinta dematerializzazione dei processi che interessano il sistema sanitario e a un ulteriore miglioramento del governo del sistema.
La migrazione dal precedente sistema Oracle SPARC 20K al nuovo M5-32 consentirà di beneficiare di livelli massivi di I/O e di capacità di memoria senza precedenti per workload pesanti e complessi e per il consolidamento applicativo. Il nuovo sistema che verrà adottato da Lombardia Informatica, inoltre, è 20 volte più veloce rispetto al sistema SPARC utilizzato in precedenza e fornisce funzionalità superiori per RAS e domaining hardware. Al contempo, grazie alle caratteristiche di consolidamento del nuovo sistema Oracle SPARC M5-32, Lombardia Informatica si aspetta un’importante ottimizzazione dei costi, con una riduzione dell’overhead di virtualizzazione.
Il progetto d’implementazione del nuovo sistema Oracle SPARC è partito nel mese di luglio e si prevede il suo completamento nell’arco di 6 mesi.

www.oracle.com

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.