Pianificazione e gestione della produzione con J-Flex 4.U sono alla portata di tutti

Tags: Advanced Planning & Scheduling, erp, J-Flex, mes, tecnest

Al Global Logistics & Supply Chain Summit, che si svolge il 13-14 aprile 2016 a Bologna, Tecnest presenta il progetto di pianificazione e gestione della produzione realizzato per CMA Macchine per Caffè.
Alla base del progetto c’è J-Flex, una suite software che offre diverse funzionalità e soluzioni espressamente dedicate al mondo manifatturiero. In particolare, il core business di Tecnest è legato a soluzioni per la gestione di due specifici macro-processi di un’azienda manifatturiera, l’APS – Advanced Planning & Scheduling – (che comprende la pianificazione, programmazione e schedulazione della produzione), e il MES – Manufacturing Execution System – (che include la raccolta dati e avanzamento in fabbrica, tracciabilità, controllo qualità, analisi delle performance in produzione). A questi si aggiungono delle funzionalità complementari di Operations Management per la gestione delle vendite, degli acquisti e dei costi. I clienti di Tecnest sono infatti prevalentemente realtà industriali appartenenti a diversi settori, dalla produzione manifatturiera discreta (automotive, meccanica, elettronica ecc.) all’industria di processo (chimico-farmaceutico, alimentare, cosmetico).
“Gli obiettivi dei nostri clienti possono essere molto diversi a seconda della modalità di risposta al mercato e dell’attività svolta dall’azienda”, spiega Veronica Peressotti, Responsabile Marketing e Comunicazione. “Ad esempio chi produce su commessa potrà voler ridurre i tempi di produzione o migliorare la capacità di rispettare le date di consegna. Chi produce per il magazzino, è il caso ad esempio di prodotti di largo consumo, avrà l’esigenza, invece, di calcolare tramite appositi algoritmi i volumi di vendita previsti al fine di minimizzare le scorte a magazzino. Aziende operanti in settori con normative molto severe, mi riferisco al cosmetico, al chimico-farmaceutico, alla filiera del food ma anche all’industria elettronica, avranno invece la necessità di effettuare un monitoraggio puntale e preciso dei processi di produzione, effettuando controlli qualitativi e garantendo la massima tracciabilità dei materiali e dei componenti. In sintesi, tutto può essere ricondotto ad un unico obiettivo comune a tutti i nostri clienti: migliorare la propria competitività sul mercato. La nostra mission è infatti aiutare le aziende manifatturiere a ottimizzare i propri processi produttivi in modo da aumentare la loro competitività”.
La flessibilità che caratterizza J-Flex ha, inoltre, consentito a Tecnest di realizzare funzionalità e soluzioni per specifici processi e settori industriali, tra questi i comparti dell’elettronica, dell’automotive, della meccanica, del chimico-farmaceutico, del cosmetico, del tessile e del fashion.

 

 

Dalla piccola azienda alla multinazionale

I clienti di Tecnest variano da aziende manifatturiere di dimensioni medio-piccole a realtà multinazionali con stabilimenti dislocati in diverse parti del mondo. In aziende più strutturate, le soluzioni dell’azienda friulana vengono generalmente scelte in quanto strumenti specialistici a supporto dei processi di produzione, da interfacciare con il sistema ERP già presente in azienda. “Le nostre soluzioni di Advanced Planning & Scheduling (APS) e Manufacturing Execution System (MES) vengono infatti definite ‘dipartimentali’ proprio perché a supporto di processi specifici, spesso non gestiti dal sistema gestionale già presente in azienda. – spiega Veronica Peressotti – L’architettura modulare e la scalabilità del sistema, infatti, fanno sì che ciascuna soluzione J-Flex possa essere implementata in concomitanza con altre soluzioni della stessa suite o, in alternativa, integrata con software o sistemi ERP di terzi.”
In alcuni casi, generalmente in realtà aziendali di dimensioni minori e meno strutturate, ma non meno complesse, è demandata a J-Flex anche la gestione dei processi operativi del ciclo attivo, ciclo passivo, logistica e costi, attraverso la soluzione J-Flex OPM.
“In questi casi la suite J-Flex gestisce tutti i principali processi operations, mentre un sistema gestionale è implementato solo sui moduli ritenuti necessari, non legati alla produzione e alle operations, ad esempio per la gestione della contabilità, degli aspetti amministrativo-finanziari o della gestione delle risorse umane” puntualizza la Responsabile Marketing.

Dashboard ‘role-based’


Al suo interno J-Flex contiene, inoltre, funzionalità di reportistica e tool evoluti per l’analisi delle performance a supporto di tutti i processi operations. La nuova release J-Flex 4.U presenta, in particolare, dashboard ‘role-based’ con indicatori di performance studiati per i principali ruoli aziendali coinvolti nei processi gestiti da J-Flex. “Abbiamo pensato un set di cruscotti con funzionalità e KPI utili alle principali figure aziendali in ambito operations, mentre altri sono facilmente configurabili dall’utente stesso o dai nostri consulenti in base alle esigenze del cliente”, precisa Veronica Peressotti, che aggiunge: “L’interfaccia ‘role-based’ è una vera novità nei software per la gestione della produzione: mentre in precedenza era l’utente a dover ricercare le applicazioni e le informazioni di suo interesse scorrendo le diverse voci e menù, J-Flex 4.U presenta in modalità proattiva quanto di interesse per lo specifico interlocutore, rendendo la gestione delle operations più semplice, agile ed efficiente. Le nostre soluzioni APS, MES e di operations management coinvolgono infatti diverse funzioni aziendali, dal responsabile della pianificazione della produzione al responsabile di reparto, dal responsabile dell’ufficio tecnico al responsabile qualità, dal direttore operations al controller. L’abbiamo chiamata J-Flex 4.U (“For You”) perché il ruolo dell’utente, la configurabilità e l’esperienza di chi lo utilizza sono centrali”.

 

 

Soluzioni software e consulenza sui processi


Il modello di business di Tecnest si basa sull’idea che ciascuna realtà manifatturiera ha le proprie esigenze, peculiarità e criticità. Per questo motivo l’approccio ai progetti di supply chain management dell’azienda friulana va nell’ottica di offrire un giusto mix tra soluzioni software e consulenza sui processi, sulla base degli obiettivi espressi dal cliente, al fine di innescare un processo di miglioramento organizzativo e di aumentare la loro competitività.
Un approccio molto apprezzato e con risultati tangibili, come dimostrano i numerosi casi di successo presentati da Tecnest nel corso degli anni. L’ultimo è quello proposto il prossimo 14 aprile durante il Global Logistics & Supply Chain Summit di Bologna.
“Si tratta di un progetto di pianificazione e gestione della produzione svolto presso il cliente CMA Macchine per Caffè, uno dei più importanti produttori italiani di macchine professionali per caffè espresso.” – spiega Veronica Peressotti – “Maurizio Gaio, responsabile sistemi informativi di CMA Macchine per Caffè, assieme a Fabrizio Taboga, project manager di Tecnest, illustreranno gli obiettivi del progetto, le caratteristiche e i vantaggi della soluzione implementata, basata sulla suite software J-Flex, che ha permesso di migliorare la competitività di CMA in termini di gestione più rapida ed efficiente dell’ordine cliente, maggiore affidabilità delle date di consegna, maggiore rapidità di controllo e di risposta, riduzione del lead time di produzione e dei materiali mancanti, aumento della produttività e dell’efficienza complessiva.”

La tecnologia nelle tazzine da caffè: il caso CMA Macchine per Caffè


Al Global Logistics & Supply Chain Summit, giovedì 14 aprile ore 10 a Bologna, Tecnest presenta il progetto di pianificazione e gestione della produzione realizzato per l’azienda di Treviso
Sono gli investimenti in tecnologia una delle chiavi del successo di CMA Macchine per Caffè, azienda di Susegana (TV) che produce e commercializza in tutto il mondo macchine professionali per caffè espresso. Dietro i due marchi Astoria e Wega c’è infatti un progetto di pianificazione e gestione della produzione, realizzato da Tecnest, azienda di Udine specializzata in soluzioni di supply chain management. Se ne parla giovedì 14 aprile alle 10 a Bologna nel corso del Global Logistics & Supply Chain Summit che si svolgerà al Centro Congressi Zanhotel & Meeting Centergross di Bentivoglio (BO).
L’appuntamento è per giovedì 14 aprile 2016 alle 10 al Centro Congressi Zanhotel di Bentivoglio (BO).
La partecipazione è gratuita previa iscrizione, per informazioni

http://www.tecnest.it/it/eventi/820

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.