A gonfie vele l’economia del mid size market, vale un trilione di euro

Tags: Centre for Economic and Business Research, CEO Sage Mid Market Europe, Jayne Archbold, mid market

Nel 2014 le imprese del mid-market hanno rappresentato l’1% del totale delle imprese ma hanno contribuito per il 20% al fatturato globale. Le imprese medie in Europa hanno contribuito per un valore stimato di GVA di 1,03 trilioni di euro nel 2014 – quasi l’equivalente del peso economico totale della Spagna.
Lavoro, occupazione Le imprese del mid-market sono più innovative delle imprese tradizionali. Il mid-market ha forti convinzioni di crescita, e più di metà (55%) delle imprese medie assumeranno personale nel 2015.
Le imprese del medio mercato hanno contribuito per 1,03 trilioni di euro all’economia Europea nell’ultimo anno. Questo numero è destinato a salire del 3% raggiungendo 1,06 trilioni nel 2015 per arrivare ad 1,2 trilioni nel 2019 secondo la Relazione sull’Impatto Economico Europeo pubblicata oggi da Sage Enterprise Market Europe.
La ricerca, condotta dal Centre for Economic and Business Research, analizza il contributo delle imprese medie a 12 tra le principali economie dell’Unione Europea. Lo studio è stato supportato da una ricerca quantitativa condotta da Redshift Research che ha raccolto le opinioni di 814 decisori che lavorano in imprese del mid market in 12 Paesi europei.
Tra i risultati del report:
 Il mid market è una componente vitale delle attività economiche europee. Rappresenta l’1% delle aziende ma conta per il 20% del fatturato e per il 18% del GVA.
 Fornisce occupazione al 17% della forza lavoro. Nel 2014 erano occupate in aziende del mid-market 18.7 milioni di persone. Entro il 2019 si aggiungeranno 124.000 posti di lavoro all’anno, raggiungendo un totale di 19.3 milioni di persone.
 Quasi due terzi delle aziende medie innova (63%) sviluppando o adottando nuovi prodotti o processi di business. In ogni Paese preso in esame, le aziende medie intraprendono percorsi di innovazione con più frequenza delle altre tipologie di azienda.
 In 9 dei 12 Paesi analizzati, i lavoratori delle imprese del mid-market portano valore più alto della media.
Crescita
Nonostante la continua incertezza in Europa, le imprese del mid market stanno mostrando segnali di ottimismo legati al business. Tre quarti dei decision maker intervistati hanno dichiarato di aspettarsi per il 2015 un fatturato stabile o in crescita. Più di un terzo (39%) si aspetta che il fatturato cresca fino al 10%. Questo ottimismo si rispecchia nel fatto che oltre metà (55%) delle imprese del medio mercato sta pianificando una crescita del business grazie all’inserimento di nuove risorse.
lavoro, occupazione Innovazione
Quasi due terzi delle aziende medie innova (63%) sviluppando o adottando nuovi prodotti o processi di business. In ogni Paese preso in esame, le aziende medie intraprendono percorsi di innovazione con più frequenza delle altre tipologie di azienda. Il 93% delle imprese medie sta pianificando di investire nell’infrastruttura IT, con quasi un terzo (29%) che pensa di spendere oltre 50.000 euro.
Talento
L’innovazione viene dall’attrarre e gestire i migliori talenti. Ma questa sembra essere una perenne preoccupazione per le aziende medie, in quanto il 60% dei business leader considera che trattenere il miglior staff possibile sia la sfida maggiore quando si gestiscono i talenti.
Fornire un corretto bilanciamento tra vita e lavoro è considerato un elemento chiave per trattenere i talenti. Il 62% dei business leader ritiene che gli orari flessibili siamo un’attrattiva per chi considera nuove opportunità di lavoro. I “Millennials” danno importanza a flessibilità, strumenti tecnologici e connessione che permettano loro di lavorare indipendentemente dal luogo.

Esportazioni

Il mid-market ha tradizionalmente beneficiato dall’essere locale ma dall’agire a livello internazionale. Questo ha permesso alle aziende di indirizzare mercati vasti utilizzando fornitori locali. Lo studio mostra che il mercato intra-Europeo è il più importante, con il 71% delle imprese che punta all’Europa per una futura crescita delle esportazioni.

Si conferma il dato secondo cui un quarto delle imprese del medio mercato non vende oltremare. Ma per quelle che lo fanno, quasi un terzo raggiunge quote di esportazione di oltre il 20% del proprio business.

Jayne Archbold, CEO Sage Mid Market Europe

Jayne Archbold, CEO Sage Mid Market Europe

 Jayne Archbold, CEO Sage Mid Market Europe, commenta così i risultati dell’indagine: “Ci sono 18,7 milioni di persone che lavorano in imprese del mid-market europeo e quest’indagine mostra che sono il cuore pulsante dell’economia Europea”.
“Più che ogni altro mercato, le aziende del mid-market hanno mostrato di essere tra i più forti incubatori di innovazione. Le imprese mid-sized sono costruite sul duro lavoro delle persone ed hanno la preoccupazione di gestire correttamente i talenti”, continua Jane. “Tradizionalmente le capacità di assunzione da parte delle medie imprese sono schiacciate tra le attrattive imprenditoriali delle start-up e le opportunità economiche e di carriera delle imprese più grandi”.
“Il fatto che l’innovazione sia al cuore di questo settore e che le imprese medie investano miliardi in ricerca e sviluppo dimostra che queste ambiziose e competenti realtà «gettano il cuore oltre l’ostacolo» quando si tratta di guidare la crescita economica. Le imprese del mid-market sono gli eroi non celebrati dell’economia europea”.
Per avere copia completa del report in italiano:

http://www.formula.it/it/midmarketimpact

 

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.