Infor coleman

Infor Coleman Digital Assistant

Tags: digital assistant, Infor, Intelligenza Artificiale

Infor, fornitore di applicazioni cloud specifiche di settore, ha presentato anche in Italia Infor Coleman Digital Assistant. Questa nuova componente di Intelligenza Artificiale (AI) è stata progettata per massimizzare il potenziale di lavoro umano consentendo l’estensibilità del linguaggio naturale e l’accessibilità di Infor CloudSuite.

“Dal punto di vista dell’utente, Infor Coleman Digital Assistant ha l’obiettivo di contribuire a rendere il lavoro più piacevole e produttivo”, spiega Bruno Pagani, Sales Director di Infor Italia.

Si tratta del primo di una serie di nuovi prodotti lanciati sotto l’insegna AI di Coleman, che fornisce un’interfaccia di conversazione con la piattaforma Infor OS, l’architettura portante di Infor CloudSuite, e offre capacità di sviluppo personalizzate, un’esperienza utente vocale (UX), navigazione e un’estensibilità dell’elaborazione del linguaggio naturale (NLP).

Come assistente digitale, Coleman usa un UX colloquiale e un linguaggio naturale per chattare, ascoltare, parlare e, in futuro, analizzare le immagini e aiutare le persone a lavorare in modo più efficiente.

Vantaggi per dipendenti e organizzazioni
L’assistente digitale Infor Coleman può infatti aiutare a massimizzare il potenziale del lavoro umano attraverso: consulenza (fornisce indicazioni intelligenti progettate per aiutare gli utenti a prendere decisioni); intuizioni (funge da partner per aiutare ad ampliare il proprio lavoro e fornire informazioni chiave in punti critici del processo); automatizzazione (completa attività ripetitive di minima importanza per consentire agli utenti di concentrarsi su un lavoro più prezioso); conversazione (offre un’esperienza utente migliore con interazioni più efficienti).

Infor Coleman Digital Assistant sarà inoltre integrato con Amazon Alexa for Business, fornendo strumenti per gestire i dispositivi Alexa, registrare gli utenti e configurare le informazioni con maggiore sicurezza su tutti i dispositivi entro la fine del 2018.

Rick Rider, Product Director per Infor Coleman, ha dichiarato: “Secondo una ricerca di McKinsey & Company, il lavoratore medio trascorre quasi il 20% del proprio tempo alla ricerca di informazioni o cercando di rintracciare i colleghi per ottenere assistenza con compiti specifici.

Grazie alla capacità di analizzare velocemente i dati, automatizzare i processi ripetitivi e ottimizzare i flussi di lavoro, Coleman migliora l’esperienza lavorativa e contribuisce a rendere i dipendenti più produttivi. Ciò può comportare risparmi significativi per le organizzazioni”.

Presentata anche la piattaforma di apprendimento automatico
Durante l’annuale conferenza Inforum, la società ha anche introdotto la sua piattaforma AI Infor Coleman per i modelli di apprendimento automatico incorporati che sarà disponibile nella primavera del 2019.

Si tratta di una piattaforma pervasiva di apprendimento automatico che opera al di sotto della superficie di un’applicazione. Estrae i dati e utilizza potenti meccanismi di Machine learning per migliorare i processi come la gestione dell’inventario, il routing dei trasporti e la manutenzione predittiva.

AI Infor Coleman è progettata specificamente per utenti aziendali che non sono specializzati negli aspetti tecnici e si basa su dati specifici del settore. L’ambiente di modellazione AI di Infor Coleman è ‘digeribile’, in quanto non necessita di un insieme di competenze come altri strumenti di AI, è progettato per richiedere uno sforzo eccessivo.

I clienti possono capire, relazionare e fidarsi dell’output, data l’attenzione rivolta all’utente e la connettività già incorporata all’intera suite aziendale.

Le organizzazioni possono sfruttare i loro dati ed esperienze per creare modelli specifici e ottenere diversi vantaggi che la piattaforma di Intelligenza Artificiale Coleman individua all’interno dei vari flussi di informazioni.

Tra le funzionalità che Infor ha intenzione di offrire nel prossimo futuro, ci sono la scansione di codici a barre e codici QR e la tecnologia di riconoscimento delle immagini, conosciute come Infor Coleman Vision.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.