Software per il Manufacturing, i vantaggi delle nuove tecnologie

Tags: industria, manufacturing, software, tecnologie

L’industria del futuro si basa su tecnologie che nello scenario attuale favoriscono l’accelerazione del processo di cambiamento indotto dalle crescenti pressioni dovute alla competizione globale. A supporto del cambiamento, la digitalizzazione dei dati di fabbrica diventa un passo necessario verso l’ottimizzazione delle linee di produzione.

Si tratta di implementare, nei processi aziendali, tecnologie in grado di rendere organico e coerenteil flusso di dati, creando una sorta di ‘filo digitale’ che attraversa tutti i processi, rendendo fluida la comunicazione tra i vari anelli della Supply chain e l’interazione tra uomo e macchina.

La digitalizzazione dei dati di fabbrica abilita i processi di analisi e fruizione in tempo reale di tutti i dati generati durante le diverse fasi del ciclo di vita del prodotto, opportunamente aggregati per fornire informazioni sensibili per il controllo e il miglioramento dei processi.

In tal senso, sono numerosi i benefici che si possono ottenere in tempi rapidi attraverso la digitalizzazione dei flussi informativi: miglioramento della produttività e macchinari più performanti grazie alla tempestività nella risoluzione delle anomalie; snellimento e ottimizzazione di processi e flussi con conseguente riduzione del time to market; monitoraggio continuo del mercato, sfruttando le peculiarità delle analisi dei Big data al fine di adeguare in tempo reale le dinamiche di fabbrica alle fluttuazioni della domanda e ai cambiamenti nei bisogni dei consumatori; tempestività nell’individuazione delle criticità in processi, strategie e dinamiche di fabbrica, che diventano risolvibili in modo rapido ed efficace grazie alla disponibilità immediata di feedback e dati storici.

A questi benefici, inoltre, si aggiungono quelli determinati da un’altra declinazione tecnologica abilitata dalla digitalizzazione dei dati in fabbrica, vale a dire la possibilità di monitorare e tenere traccia dei flussi nei processi manifatturieri.

La fabbrica intelligente rappresenta, pertanto, un cambio di paradigma fortemente legato all’evoluzione digitale in cui l’applicazione delle tecnologie innovative consente lo sviluppo di un’intelligenza distribuita e abilita l’interazione degli oggetti del mondo reale con quelli del mondo virtuale, portando vantaggi in termini di efficienza, efficacia e sostenibilità.

Tale cambiamento epocale mette in contatto, attraverso il cloud, oggetti, persone e luoghi, travolge prodotti, servizi, metodologie produttive e tutti coloro che a diverso titolo ne sono coinvolti.

I nuovi aspetti dell’Industria 4.0 sono, inoltre, cruciali nella produzione e in particolare nei processi di sviluppo nuovo prodotto supportati da sistemi di PLM, ERP o MES, processi e sistemi che da sempre convivono con le difficoltà di gestire l’allineamento e la conformità tra l’oggetto fisico in sviluppo e le informazioni virtuali relative a tale oggetto.

I benefici che ne derivano sono molteplici durante l’intero ciclo di vita (prima, durante e dopo la produzione) grazie alla possibilità di predire e ottimizzare comportamenti e decisioni in termini di gestione e manutenzione del prodotto o servizio.

Per conoscere le potenzialità dei software nel Manufacturing, Sistemi&Impresa si è confrontata con alcuni player di mercato, raccogliendo la loro testimonianza.

Per approfondire il tema dei software per il Manufacturing, leggi il numero di Gennaio-Febbraio di Sistemi&Impresa.
Per informazioni sull’acquisto di copie e abbonamenti scrivi a daniela.bobbiese@este.it (tel. 02.91434400)

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.