SSI_BestIndustry.jpg

A SSI Schäfer il premio Best of Industry 2019

Tags: Best Industry del 2019, intralogistica, logistica 4.0, SSI Flexi Shuttle, SSI Schäfer

Un nuovo riconoscimento per SSI Schäfer. L’azienda leader nella fornitura di soluzioni per prodotti e sistemi di intralogistica, dai contenitori agli impianti completamente automatici, passando per sistemi di scaffalature, è stata premiata nella categoria “Material Flow” come Best Industry del 2019, per il suo innovativo sistema SSI Flexi Shuttle.

Dopo aver ricevuto il German Design Award all’inizio del 2019, che le ha consentito di accedere alla lista dei candidati al titolo di Best of Industry, SSI Schäfer è stata votata da una giuria di esperti di alto livello e di lettori della rivista di settore MM MaschinenMarkt.

Secondo la giuria, l’impresa ha dimostrato di essere eccellere per la sua ampia gamma di funzionalità, che consentono di immagazzinare e gestire unità di trasporto variabili fino a 50 chili di peso, anche in condizioni di freddo intenso. Si tratta infatti di una soluzione innovativa per lo stoccaggio ottimizzato: grazie alla sua struttura modulare è in grado di adattarsi automaticamente alle dimensioni delle merci immagazzinate su apposite scaffalature.

“Il suo design modulare permette di realizzare soluzioni personalizzate per tutti i settori, offrendo un eccellente utilizzo dello spazio e ottime prestazioni produttive, unitamente a una elevata flessibilità e modularità”, ha affermato Andreas Koch, Responsabile dei Sistemi di gestione di magazzino di SSI Schäfer. “Flexi è caratterizzato da un concetto di scaffalatura unico con vani di stoccaggio adattabili dinamicamente, per garantire una densità di immagazzinamento ottimale”.

Innovare per la logistica del futuro

Peter Berlik, Project Manager di SSI Schäfer, vede nel riconoscimento l’attestato dell’impegno nell’innovazione tecnologica dell’azienda, sempre più necessario: “Per noi, in quanto leader dell’innovazione, questo premio rappresenta una conferma e un ulteriore incentivo a offrire ai nostri clienti prodotti e soluzioni sempre più all’avanguardia, che ci consentano di plasmare il futuro della logistica”.

Proprio perché nel prossimo futuro, le aziende di logistica fedeli a un tipo di immagazzinamento e spedizione delle merci tradizionale, rigido e fondamentalmente monodimensionale, faranno molta fatica a continuare a essere concorrenziali.

La quarta rivoluzione industriale (“Smart factory”) è realizzabile infatti solo se le materie prime, i semilavorati gli articoli finiti si rendono disponibili tempestivamente a destinazione. E ciò può avvenire solo tramite processi automatizzati nell’ambito dell’intralogistica di ultima generazione.

È necessario stabilire i passi necessari per non perdere contatto col mercato in evoluzione, in cui la connessione in rete tra la logistica dei dati e quella dei trasporti rivestirà un ruolo importante. Soprattutto in combinazione con l’Internet of Things (IoT).

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.