Bari, prima Smart city del Mezzogiorno grazie a Exprivia

Tags: 5G, Bari, exprivia, smart city

Monitoraggio ambientale, risparmio energetico, interazione con i cittadini, gestione di traffico e sicurezza: sono queste le nuove funzionalità implementate dalla città di Bari grazie a un sistema informatico realizzato con il progetto di Monitoraggio Urbano attraverso Soluzioni Innovative per Città Agili (Musica).

La collaborazione tra il Comune della città pugliese e un Raggruppamento Temporaneo d’Impresa (Rti), formato da Exprivia, Links e IBM, con il supporto tecnico di Tera per la componente di Smart building, ha permesso la realizzazione di un software di Governance urbana che sfrutta i Big data e tutti gli strumenti di Business Intelligence, Machine Learning e Data Visualization.

Il sistema si inserisce all’interno del progetto Musica, finanziato nell’ambito del Programma Operativo Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2007/2013, della durata di tre anni, volto a rendere l’amministrazione sempre più trasparente e a migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Il progetto prevede l’aggregazione e l’analisi su un unico cruscotto web (Urban Control Center) delle informazioni acquisite da diverse fonti di dati, interne al Comune (come Polizia Municipale, Anagrafe, SIT Patrimonio e Asset Pubblici, Ripartizione Innovazione Tecnologica, Sistemi Informativi e TLC) ed esterne (tra cui Istat, Arpa, AMIU, AMGAS, Enel, AQP e Amtab), oltre a quelle provenienti da diverse infrastrutture connesse al sistema (come le videocamere di sicurezza, i social network del Comune di Bari, l’applicazione BaRisolve).

L’integrazione di tutti questi dati fornisce una vera e propria mappa urbana in supporto alle decisioni strategiche e operative del Comune riguardo a energia, benessere e sicurezza. Per esempio il software è in grado d’incrociare i dati sull’inquinamento e sul meteo per tenere sotto controllo i livelli di smog presenti in città. La quantità e la qualità di parametri e dati che vengono forniti agli uffici del Comune sono tali che le possibilità d’intervento possono spaziare dal risparmio sull’illuminazione alla raccolta di rifiuti.

La piattaforma è stata studiata e progettata in congiunzione con una specifica App (BaRisolve) che ha la funzione di coinvolgere il cittadino direttamente attraverso segnalazioni di vario genere come buche stradali, rifiuti abbandonati o interventi sul verde pubblico.

Negli uffici di alcune Ripartizioni del Comune sono stati installati i sensori multiprotocollo forniti da Tera che, rilevando alcuni indicatori, sono in grado di modificare in real-time le condizioni ambientali ed energetiche degli uffici in funzione del clima e della presenza di persone. Il progetto prevede che in futuro vengano installati sensori anche nei sottopassi della città per segnalare, per esempio, gli allagamenti in tempo utile per evitare situazioni di pericolo o intasamenti.

“Siamo fiduciosi che, al termine dei tre anni destinati al progetto Musica, la città di Bari possa rappresentare una ‘best practice’ di Smart city a livello nazionale”, ha dichiarato Felice Vitulano, Chief Technical Officer di Exprivia Spa. “Da qui si potrà ripartire per implementare il sistema con tutte le potenzialità offerte delle reti 5G, che renderanno le città sempre più connesse e le amministrazioni in grado di prendere decisioni operative su traffico, sicurezza e mobilità anche in tempo reale”.

“Il progetto rientra in una visione complessiva che vede l’amministrazione comunale e la Ripartizione Innovazione Tecnologica impegnate concretamente nell’abbattimento del digital divide, nello sviluppo dell’innovazione e nella ricerca continua della modalità migliore per comunicare direttamente con i cittadini”, ha commentato Angelo Tomasicchio, Assessore all’Innovazione Tecnologica del Comune di Bari. “Con Musica il Comune ha ricevuto anche diversi riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, come il Premio 10×10 = 100 progetti per cambiare la Pa, promosso dal Forum Pa 2017, per il miglior progetto nel campo ‘Smart city, Big data e IoT’ e un Best Practice Award al premio EPSA 2017 promosso dall’European Institute of Public Administration. Riconoscimenti da condividere con Exprivia e l’intero gruppo di lavoro”.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.