Unitransports: adeguare i servizi ai cambiamenti

Tags: Paolo Maderna, sistemi&impresa, Unitransports

Unitransports è stata fondata nel 1961 e si occupa di spedizioni internazionali. L’azienda è stata caratterizzata dalla sua nascita da un rapido sviluppo, soprattutto per quanto riguarda il settore aereo e quello marittimo. Dal 1995 fa parte del network World Freight Group, uno dei primi gruppi internazionali, composto da più di 120 membri in tutti i Paesi del Mondo.

Paolo Maderna, Consigliere Delegato di Unitransports, è abbonato a Sistemi&Impresa da maggio 2016.

 

 

 

 

Come è entrato in contatto con Este?


Ricevo le comunicazioni di Este, essendo inserito nella mailing list. Sono stato incuriosito dall’evento Fabbrica Futuro.

 

Quali sono le sfide del 2016 che state affrontando?


Si parla molto di cambiamento: quindi sono interessato a capire quale sia quello collegato alla produzione; da qui passa infatti il nostro lavoro. Unitransports è un’azienda di servizio alla produzione, per cui le decisioni adottate dalle organizzazioni è per noi interessante.

 

Cosa si aspetta dall’evento Fabbrica Futuro?


Penso possa essere un’occasione per comprendere il modo con cui si stanno muovendo le aziende e per fare chiarezza su cosa significhi fare oggi produzione e quali possano essere le ripercussioni sul nostro business.

 

Quale potrebbe essere un cambiamento da monitorare?


Per esempio la stampa 3D: se l’additive manufacturing dovesse espandersi significherebbe avere meno parti di ricambio da spedire, perché sarebbero inviate via email con un semplice link e prodotti in casa. Vorrebbe dire che un pezzo di business sparirebbe e non possiamo permetterci di fare la fine di qualche giornale che si è fatto trovare impreparato di fronte ai lettori che alla carta hanno preferito i supporti digitali.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.