Controllo dei dati e processi snelli per l’innovazione di Alfa Valvole

Alfa Valvole

A poco meno di 20 chilometri da Milano, a Casorezzo c’è la sede di Alfa Valvole, azienda nata nel 1971 da un’idea di Giancarlo Rossi, oggi diventata parte di Idex Corporation. Specializzata nella produzione di valvole a sfera e pompe dosatrici (l’attività prevede una parte di produzione e un’altra di assemblaggio di pezzi in arrivo da vari fornitori), conta circa 100 persone per un giro d’affari di poco meno di 30 milioni di euro: le valvole a sfera sono destinate soprattutto al mercato italiano (80%), mentre le pompe sono soprattutto esportate (80%). I principali clienti di Alfa Valvole appartengono al settore navale, seguiti da imprese del Pharma, del Trasporto su rotaia e su ruote, e del Petrolchimico. D’altra parte, le valvole a sfera – business con cui è nata l’azienda (le pompe idrauliche sono un’eredità di una recente fusione) – sono ben più familiari di quanto si possa pensare: sono, infatti, utilizzate per l’intercettazione, la deviazione e la regolazione dei fluidi. In sintesi, dove c’è un liquido c’è una valvola e spesso è proprio a sfera.
A guidarci in azienda – consentendoci anche di accedere al plant produttivo – è Davide Cagnoni, IT & JD Edwards Specialist di Alfa Valvole, con il quale ripercorriamo anche le tappe salienti dello sviluppo dell’impresa.

Dopo pochi anni dalla fondazione, l’azienda aveva già ampliato lo stabilimento, iniziando lo sviluppo internazionale (1975). Risale al 1990 l’apertura del nuovo stabilimento produttivo, cui hanno fatto seguito le nuove linee di prodotto e l’introduzione di soluzioni in grado di rispondere alle mutate necessità dei clienti. La svolta è datata 2015, quando l’azienda è entrata in Idex Corporation: l’operazione si inserisce all’interno di una più ampia strategia della multinazionale statunitense con sede a Northbrook nell’Illinois, impegnata nell’acquisizione di imprese – anche di settori differenti – in tutto il mondo. Qualche anno dopo (2021), è arrivata la fusione con Obl, azienda di Segrate, nell’hinterland di Milano: i vertici Usa hanno optato per una sola sede italiana (entrambe le imprese appartengono al settore Fluid & Metering) e quindi “Obl” si è trasformata in un brand di Alfa Valvole che ai suoi prodotti storici può affiancare le pompe. Per capire la complessità dell’organizzazione, basta qualche numero: sono circa 2.500 i codici di prodotto finito per le pompe e oltre 6mila quelli delle valvole.

La migrazione all’ERP JD Edwards

L’acquisizione da parte di Idex Corporation ha significato per Alfa Valvole un aggiornamento del sistema gestionale: la multinazionale Usa, infatti, ha scelto JD Edwards di Oracle come soluzione di Enterprise resource planning (ERP) a livello globale e ha impostato una strategia di allineamento tecnologico per tutte le aziende del gruppo. Cagnoni spiega che Idex Corporation mette a disposizione delle varie imprese acquisite un team specializzato per la migrazione dell’ERP verso il sistema scelto dall’azienda statunitense: i tecnici effettuano una valutazione della complessità aziendale e poi scelgono quando gestire la migrazione dei dati. Il caso di Alfa Valvole è stato deciso di affrontarlo sin dai primi mesi dopo l’acquisizione e così i lavori sono iniziati nel 2016: dopo due anni (gennaio 2018), Idex Corporation ha comunicato di aver concluso l’attività di migrazione (solo per la parte considerata ‘essenziale’ dai vertici della multinazionale Usa), lasciando in capo al reparto IT dell’azienda di Casorezzo la gestione quotidiana dell’ERP: nello specifico proprio a Cagnoni, la cui esperienza nell’Automotive si è poi rivelata fondamentale per la cura del progetto. È in questa fase che è entrata in scena Sinfo One, la software house di Parma che ha affiancato Alfa Valvole per la manutenzione del sistema e il suo potenziamento. In particolare, il system integrator emiliano è stato scelto da Idex Corporation perché fa parte (è tra i fondatori) di Redfaire International – il soggetto che riunisce i partner di JD Edwards nel mondo – e questa particolarità ha consentito a Sinfo One di avere le credenziali per affrontare il progetto nell’azienda italiana.

L’articolo integrale è pubblicato sul numero di Gennaio-Febbraio 2024 di Sistemi&Impresa.
Per informazioni sull’acquisto di copie e abbonamenti scrivi a daniela.bobbiese@este.it (tel. 02.91434400)

Alfa Valvole, Azienda del mese, erp


Dario Colombo

Dario Colombo, laureato in Scienze della Comunicazione e Sociologia presso l’Università degli Studi di Milano, è caporedattore della casa editrice Este. Giornalista professionista, ha maturato esperienze lavorative all’ufficio centrale del quotidiano online Lettera43.it dove si è occupato di Economia e Politica, e nell’ufficio stampa del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.

FabbricaFuturo è il progetto di comunicazione rivolto a tutti gli attori del mercato manifatturiero (responsabili delle direzioni tecniche, imprenditori e direzione generale, responsabili organizzazione e HR) che ha l’obiettivo di mettere a confronto le idee, raccontare casi di eccellenza e proporre soluzioni concrete per l’azienda manifatturiera di domani.

Nasce nel 2012 dalla rivista Sistemi&Impresa come reazione alla crisi finanziaria del 2011. Negli anni il progetto è cresciuto significativamente, parallelamente alla definizione di politiche pubbliche in ambito industria 4.0 (Piano Calenda e successivi).
Oggi FabbricaFuturo affronta i temi legati al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), per offrire alle aziende gli strumenti per affrontare le sfide nella fabbrica di domani.

Contatti

ESTE – Edizioni Scientifiche Tecniche Europee Srl

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
P.IVA: 00729910158
TEL: 02 91 43 44 00

Per informazioni commerciali:
commerciale@este.it
Cookie Policy | Privacy Policy

Iscriviti alla Newsletter