I vantaggi di analizzare i Big data per migliorare i processi aziendali

La trasformazione digitale in atto da alcuni anni sta portando innumerevoli cambiamenti ed evoluzioni dei modelli e degli strumenti lavorativi. Fra tutti, i Big data rappresentano una delle principali occasioni per le aziende, perché costituiscono enormi moli di informazioni derivanti da fonti (digitali) differenti e analizzabili in tempo reale. I vantaggi della loro corretta gestione sono vari e molti i benefici sul business: da una maggiore competitività all’aumento della profittabilità.

“L’utilizzo dei Big data rappresenta un cambiamento fondamentale nel processo decisionale aziendale”, dice Emanuele Frontoni, Professore di Informatica e Computer Vision del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università Politecnica delle Marche. Si tratta, infatti, di passare dalla sola analisi di dati interni (come vendite, spedizioni e inventario) a quella che prende in considerazione anche i dati ‘esterni’, cioè tutti quelli non direttamente coinvolti nel processo di ordine, produzione, spedizione e vendita: sono proprio questi che consentono ottenere informazioni importanti su clienti e mercati, ma anche di previsione di trend ed esigenze futuri, in una prospettiva di supporto alle decisioni strategiche.

Per indagare la consapevolezza e il livello di maturità delle aziende su queste tematiche, Sistemi&Impresa, rivista edita dalla casa editrice ESTE, ha elaborato un questionario (in collaborazione con Frontoni), sottoponendolo ai lettori con l’obiettivo di fare luce sulle competenze a disposizione, e sugli ambiti interni ed esterni di applicazione, nonché sulle possibili ricadute che questa nuova visione può portare nello sviluppo delle nostre imprese.

Maggiore efficienza grazie ai Big data

Che i Big data apportino benefici è ormai noto a tutti. Fra gli intervistati nessuno ha dichiarato un mancato miglioramento delle prestazioni a seguito all’analisi dei dati; il 91% ritiene che i risultati siano stati “abbastanza” o “molto” impattanti e solo il 9% ha risposto “poco”.

Ma in quali ambiti si attestano i miglioramenti? Secondo la maggioranza i benefici principali si riscontrano in una maggiore efficienza, nel supporto a manager e imprenditori e nella comprensione di scenari complessi e in profondo cambiamento. Insomma, il livello operativo è solo una conseguenza secondaria; ciò che realmente i Big data permettono di fare è potenziare le strategie aziendali.

Hanno partecipato all’intervista:

Gertraud Bacher, Managing Director di Asap Italia

Sergio Cassinelli, General Manager di Miraitek 4.0

Gianni Dal Pozzo, Amministratore Delegato di Considi

Emanuele Frontoni, Professore di Informatica e Computer Vision del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università Politecnica delle Marche

Mattia Grossi, Intelligent Enterprise & Analytics Director di Altea UP

Carla Masperi, Chief Operating Officer di SAP Italia e Grecia

Maurizio Romeo, Analytics & Business Intelligence Project Leader di Var Bms

L’articolo integrale è pubblicato sul numero di Settembre-Ottobre 2021 di Sistemi&Impresa.
Per informazioni sull’acquisto di copie e abbonamenti scrivi a daniela.bobbiese@este.it (tel. 02.91434400)

big data, Emanuele Frontoni, in evidenza, Piccole e medie imprese, sistemi&impresa


Francesca Albergo

Laureata in Scienze Umanistiche per la Comunicazione – percorso del teatro e dello spettacolo – Francesca Albergo ha successivamente conseguito un master in Professioni e Prodotti per l’Editoria. Dopo un’esperienza di cinque anni nelle Risorse Umane – durante i quali non ha mai abbandonato lettura e stesura di testi – la passione per le parole, la scrittura e (soprattutto) la grammatica l’ha portata a riprendere la sua strada, imparando a ‘‘vivere per lavorare”, come le consigliò un professore al liceo. Collabora in qualità di editor e redattrice con case editrici e portali web.

Fabbrica Futuro è un progetto di comunicazione multicanale supportato da un Comitato Scientifico composto da esperti ed accademici dei principali poli universitari italiani e rivolto a tutti gli attori del mercato manifatturiero, di qualsiasi settore, che ha l’obiettivo di mettere a confronto le idee, raccontare i casi di eccellenza e proporre soluzioni concrete per, come recita il sottotitolo del progetto, la media azienda manifatturiera di domani.

Il pubblico di riferimento di Fabbrica Futuro sono gli Imprenditori, la direzione generale, le direzioni tecniche (produzione, logistica, ricerca e sviluppo, ecc.), la direzione commerciale e marketing. Ed è a questo pubblico che noi ci rivolgiamo con una piattaforma multicanale costituita da uno spazio web, una rivista –Sistemi&Impresa – e un programma convegnistico sul territorio.

Contatti

ESTE – Edizioni Scientifiche Tecniche Europee Srl
Edizioni Este S.r.l.
Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
P.IVA: 00729910158 
TEL: 02 91 43 44 00 
FAX: 02 91 43 44 24



Per informazioni commerciali:
Roberto Di Santo: roberto.disanto@este.it
Cookie Policy | Privacy Policy