Industria della pelle per l’automotive: Lectra apre una finestra sul futuro

Tecnologia, esperienza e collaborazioni saranno fondamentali per il successo

 Lectra, ai vertici del mercato mondiale nelle soluzioni tecnologiche integrate per le aziende che utilizzano materiali morbidi (tessuti, pelli, tessuti industriali e materiali compositi), ha di recente tenuto la sua prima conferenza sul futuro del settore della pelle per l’automotive.

Lectra ha organizzato questo evento di riflessione per i leader allo scopo di esplorare le megatendenze che influenzano il settore della pelle per l’automotive, nonché le tecnologie, i metodi e le conoscenze disponibili per sostenere lo sviluppo dei professionisti della pelle in questo comparto. Trenta partecipanti tra le più importanti concerie del mondo, produttori di auto e società fornitrici tier-1 si sono riuniti presso il campus Lectra di Bordeaux-Cestas per sentire le opinioni degli esperti del settore sulle tendenze di design d’interni, le prospettive di crescita di mercato, le dinamiche di fornitura della pelle e i trattamenti chimici per le pelli.

Lectra 2 Leather eventIl carattere unico e naturale della pelle da sempre ostacola l’adozione diffusa dell’automazione nel settore della pelle per l’automotive, ma, come hanno sottolineato tutti gli interventi, innovazione e tecnologia saranno fondamentali per tenere il passo con i rapidi cambiamenti che pervadono il settore.

Le previsioni di IHS Automotive indicano che l’aumento delle vendite nel segmento delle auto premium — laddove la pelle è più usata — sta superando quello del mercato generale dell’automotive. Il fascino universale della pelle su tutti i segmenti del settore automotive la rende un componente essenziale per le future tendenze di stile. “La nostra nuova sfida consiste nell’abbinare pelli pregiate alla creazione di effetti come la perforazione, che necessita tagli di precisione”, spiega Stéphanie Petit, Project Designer presso Renault.

Tuttavia, come sottolinea David Peters, Direttore di DLP Advisors, la produzione globale di pelle non cresce a ritmi sufficienti per sostenere questa domanda. I cambiamenti nelle abitudini alimentari e nelle tecniche di lavorazione portano a un calo nella fornitura di pelli e nella loro qualità e fanno crescere i prezzi delle materie prime.

“Migliorare la disponibilità delle pelli attraverso filiere più robuste, garantendo una qualità e una ripetibilità costanti, e progettare pezzi più piccoli per ottenere un più elevato rendimento della pelle sono solo alcuni dei modi disponibili per affrontare il previsto calo nelle forniture di pellami”, come indica David Peters.

I laboratori gestiti dagli esperti hanno presentato la gamma di tecnologie disponibili per assistere i professionisti nel monitoraggio dei consumi e della qualità della pelle, massimizzare il rendimento della pelle, prevedere i costi e controllare i margini e mantenere competitività e redditività sul lungo termine.

Gabriela Fuentes, Direttrice ingegneria, Reparto volanti presso Key Safety Systems Mexico, ha apprezzato l’ampio respiro dei temi trattati. “Le informazioni presentate ci danno un quadro completo dell’evoluzione del mercato, dai motivi dietro ai cambiamenti della domanda, agli effetti che i prodotti chimici hanno sulla fornitura di pelli. Vedere i collegamenti tra tutte queste tendenze è stato molto interessante e utile”.

“È il momento giusto per cambiare le cose nel settore della pelle; la tecnologia è matura. Ma quando i cambiamenti sono così profondi, diventano essenziali i partenariati. Sono sicura che tutti noi insieme —produttori d’auto, fornitori, concerie e Lectra — concretizzeremo questo cambiamento”, conclude Céline Choussy Bedouet, Direttrice Marketing Automotive e Arredamento, Lectra.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.