Quattro suggerimenti per un’innovazione promossa dai dipendenti

Tags: Amazon, British Airways, Epson, innovazione

di Neil Colquhoun, Business Director Visual Instruments Division, Epson Europa

Si dice spesso che la risorsa più importante di qualsiasi azienda sia il proprio personale. Prodotti e servizi moderni possono offrire alle imprese un vantaggio competitivo temporaneo, ma per garantire il successo prolungato di un business, è necessaria una forza lavoro innovativa. Sempre più imprese si stanno rendendo conto che tale innovazione non è generata esclusivamente da investimenti in ricerca e sviluppo, ma è qualcosa che coinvolge le persone all’interno dell’azienda, affinché identifichino e colgano le opportunità di sviluppo.
Sono diverse le imprese orientate al futuro che stanno già raccogliendo i frutti di un’innovazione promossa dai dipendenti. British Airways, ad esempio, ha introdotto una “cassetta dei suggerimenti” online per raccogliere le proposte dei dipendenti su come ridurre ulteriormente le emissioni e i costi del carburante. Tra le 200 idee pervenute, una in particolare suggeriva di disincrostare le tubature del bagno degli aerei: grazie alla riduzione del peso e alle migliori condizioni dei servizi igienici di bordo, la compagnia aerea ha potuto risparmiare più di 850mila sterline. Un altro esempio è Amazon, che ha creato il programma a iscrizione annuale Amazon Prime in seguito a un suggerimento fornito dallo staff. Poiché i clienti, una volta diventati membri Prime, spendevano di norma il 150% in più, i profitti sono aumentati significativamente.
Queste sono soltanto due delle numerose storie di successo che mettono in luce come le aziende, ascoltando le esigenze dei dipendenti, possano aumentare la competitività, l’efficienza e la qualità di prodotti e servizi. In base alla mia esperienza come Business Director della Visual Instruments Division di Epson, ritengo che qualsiasi impresa possa stimolare un’innovazione promossa dal personale con l’ausilio di quattro utili suggerimenti.

1. Offri al personale gli strumenti per sviluppare la creatività
Mettendo a disposizione dei dipendenti i mezzi appropriati per rendere più produttive riunioni e sessioni di brainstorming, le aziende possono avvalersi della conoscenza reciproca del personale.
Un esempio è rappresentato dai videoproiettori interattivi, che coniugano in un sistema integrato i vantaggi dei videoproiettori tradizionali con le funzionalità di lavagne interattive e flip-chart, trasformando qualsiasi ambiente dell’ufficio in uno spazio di collaborazione che stimola la creatività. Grazie a simili strumenti, è possibile facilitare una migliore condivisione delle informazioni mediante diversi canali di comunicazione, oltre ad accogliere una varietà di prospettive e idee creative in tempo reale. Gli utenti che lavorano in sedi diverse, prima di inviare i materiali ai colleghi via e-mail o di stamparli, possono prendere appunti e condividere documenti in uno scenario di riunione virtuale, il che risulta davvero utile per annotare i risultati di una sessione di brainstorming.
Al giorno d’oggi, sono numerose le soluzioni basate su Cloud, quali Innoget, Innocentive e NineSigma, realizzate per incoraggiare la condivisione delle esperienze e per stimolare l’innovazione.

2. Favorisci la comunicazione aperta
Per consentire il libero scambio di idee, è importante promuovere tra i dipendenti un modo di pensare aperto. Ciò, per molte grandi aziende basate su gerarchie precise, può rappresentare in alcuni casi una sfida strutturale. Tuttavia, le imprese possono abbattere le barriere facilitando la collaborazione tra impiegati appartenenti ad aree diverse dell’azienda. Quando un gruppo di persone provenienti da settori di competenza differenti o da vari reparti dell’impresa uniscono le loro forze, si crea una sinergia che spesso porta a formare associazioni e connessioni tra idee o concetti apparentemente non correlati, ma che in realtà getta le basi per le creazioni più rivoluzionarie.
Un altro modo per migliorare il flusso di informazioni consiste nell’incoraggiare il personale a sviluppare competenze in vari ambiti, mediante distaccamenti in diverse aree dell’organizzazione. Nel caso di Epson, tale strategia ha consentito ai nostri tecnici di ampliare l’ambito della progettazione tramite la combinazione e contaminazione di diverse tecnologie, che hanno portato a innovazioni in aree di prodotti quali stampanti, comunicazione visiva, rilevamento e produzione. Un valido esempio è rappresentato dagli occhiali intelligenti Moverio, gli unici con visione binoculare, realizzati integrando le tecnologie di proiezione e rilevamento con un’eccezionale riduzione delle dimensioni dei componenti.

3. Promuovi concorsi e dibattiti aperti
Il segreto per stimolare l’innovazione tra i dipendenti è quello di offrire piattaforme, come una “cassetta dei suggerimenti”, un dibattito aperto o un concorso, in cui possano esprimere le proprie idee. Gli impiegati, se hanno la possibilità di presentare le loro proposte ai dirigenti, si sentiranno maggiormente presi in considerazioni e coinvolti nelle scelte aziendali.
Come emerge dall’esempio di British Airways, tali concorsi risultano particolarmente efficaci se incentrati su un problema specifico che necessita una risoluzione. Per motivare ulteriormente i dipendenti, è necessario pensare a come valorizzare l’idea vincente, ad esempio con una ricompensa in denaro o un premio di riconoscimento. Una volta scelta l’idea migliore, è importante implementarla dando vita a iniziative e prodotti tangibili. Ciò costituisce la prova che l’azienda è affidabile e stimolerà il personale a partecipare a futuri programmi di innovazione.

4. Crea un ambiente lavorativo stimolante
Inutile negarlo, una grigia postazione di lavoro non è lo spazio più adeguato per favorire l’innovazione. Le aziende dovrebbero offrire fonti d’ispirazione ai dipendenti, fornendo un ambiente lavorativo visivamente stimolante.
È stato dimostrato che la presenza di opere d’arte sul luogo di lavoro rappresenta un fattore importante nel promuovere una mentalità volta all’innovazione. Secondo quanto emerge da un sondaggio condotto tra più di 800 dipendenti dal Business Committee for the Arts e dall’International Association for Professional Art Advisors, il 64% degli intervistati crede che l’arte nei luoghi di lavoro stimoli la creatività e la produttività, mentre addirittura il 77% è d’accordo nel ritenere che un ambiente di lavoro stimolante possa far ampliare gli orizzonti degli impiegati, oltre a favorire il dialogo e la libera espressione delle idee.
È improbabile però che un’esclusiva collezione di opere d’arte rientri fra i piani futuri della maggior parte delle aziende. Tuttavia, grazie ai nuovi progressi nella tecnologia inkjet, le imprese possono dare un tocco di vitalità ai propri uffici a costi ridotti. Le soluzioni di stampa di largo formato consentono di stampare su praticamente qualsiasi superficie immaginabile, tra cui tela, vetro e metallo, aprendo un mondo di possibilità nella progettazione degli uffici. Analogamente, i videoproiettori possono essere utilizzati per proiettare qualsivoglia immagini colorate, allo scopo di vivacizzare ambienti di lavoro monotoni e piatti.
Sebbene questi quattro consigli possano sembrare piuttosto semplici, la loro attuazione richiede dedizione e impegno. Ciò è vero soprattutto per organizzazioni più grandi e affermate, in cui barriere strutturali e procedure formali possono costituire una vera e propria sfida all’implementazione di un’innovazione promossa in primo luogo dal personale. In questo caso, per le aziende che desiderino mettere in atto le idee illustrate in precedenza, è fondamentale che vi sia un appoggio completo da parte della direzione dell’organizzazione. Sostenere questi sforzi, purché attuati con coerenza, produrrà importanti benefici in termini di un ambiente di lavoro più stimolante e coinvolgente e di trasformazione del futuro di un’impresa.

 

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.