Tecnest, il successo della fabbrica connessa passa dalla collaborazione

Tags: collaborazione, Digital Transformation, industria 4.0, tecnest

Parlando dal punto d’osservazione privilegiato di un’azienda leader da oltre 30 anni nella progettazione e realizzazione di soluzioni per la Supply chain e la gestione della produzione, Fabio Pettarin, Presidente e socio fondatore di Tecnest, è sicuro nell’affermare che la Rivoluzione digitale in atto rappresenta un cambiamento di paradigma dirompente.

Fabio Pettarin, Presidente e socio fondatore di Tecnest

Tecnest si occupa di tematiche legate alla Supply chain, quindi tutta la catena di valore di un’azienda manifatturiera: dalla produzione fino alla gestione del servizio di vendita passando da quella dei terzisti. Sicuramente quello che possiamo riscontrare è il fatto che le architetture e le strutture aziendali sono sempre più complesse e sempre più centrate attorno alla gestione del dato”.

La gestione dell’informazione digitalizzata, racconta Pettarin, è rapidamente diventata un aspetto chiave per la competitività dell’azienda stessa. Il riscontro per Tecnest arriva dal forte incremento di imprese, provenienti da ambiti anche molto differenti tra loro, che si sono affidate all’expertise dell’azienda di Udine – oltre 20 solo nel 2017 – per l’implementazione di soluzioni 4.0.

“Il fenomeno della digitalizzazione ha spalancato le porte a modelli di business che fino a pochi anni fa trovavano spazio solo sulla carta: in breve tempo abbiamo creato la possibilità di collegarsi alla catena di fornitura, l’aggancio diretto con il cliente per anticipare le richieste e si è velocizzato il canale fornitori-delivery in maniera esponenziale”.

La spinta verso il cambiamento non ha investito il comparto industriale solo dal punto di vista tecnico.  Altro tema importante della quarta rivoluzione industriale è legato all’aspetto culturale: “Abbiamo riscontrato come molte aziende affrontino ancora il processo di trasformazione in maniera tradizionale senza strutturarsi internamente e senza programmi di formazione adeguati alla sfida che si presenta davanti a loro. Dall’altra parte stanno però aumentando, anche se sono ancora in minoranza, le organizzazioni più ‘illuminate’ che si avvalgono di figure dedicate all’innovazione – come per esempio il Chief Digital Office – preposte all’introduzione dei nuovi sistemi nel contesto aziendale”, fa notare il Presidente di Tecnest.

Rimettere l’individuo al centro della fabbrica

L’introduzione, a volte anche massiccia, di nuove tecnologie e soluzioni, quali per esempio robot, realtà aumentata e sistemi di automazione, sta già cambiando il modo di produrre all’interno del contesto aziendale. Si discute molto sul ruolo dell’uomo in questa nuova fabbrica connessa.

Cambierà sicuramente il modo con cui le persone saranno coinvolte nei processi produttivi, crescerà la domanda di profili professionali più qualificati e con ruoli più diversificati. Il tema della collaborazione, sia diretta verso l’interno sia verso l’esterno, diventerà ancora più centrale, per questo motivo Tecnest ha posto particolare attenzione a tale aspetto durante lo sviluppo delle sue soluzioni di Industry 4.0”, continua Pettarin.

Per Tecnest il concetto di Human Centered Manufacturing rimane cardine anche nella fase di progettazione delle sue soluzioni: a questo proposito l’impresa di Udine ha lavorato nella produzione di interfacce, processi e workflow studiati appositamente per migliorare la user experience dell’utente finale.

“Le organizzazioni si stanno evolvendo da realtà basate sui task a realtà fondate su logiche di collaboration. Creare un ambiente interattivo, intuitivo e informatizzato aiuta lo sviluppo”, conclude Pettarin.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.