Dalla fabbrica al business digitale, il sistema di controllo di Bausano

Prendere l’uscita dell’autostrada di Ivrea, città sede della Olivetti e di un modo di intendere l’industria a beneficio della comunità ormai passato alla storia, è l’occasione per riflettere sulla ‘fabbrica del futuro’. Da qui c’è ancora qualche minuto di strada, immersi nel verde e nel silenzio, prima di arrivare a Rivarolo Canavese, comune della città metropolitana di Torino dove ha sede Bausano & Figli.

Questa impresa familiare, arrivata alla terza generazione, progetta e produce dal 1946 linee di estrusione per la trasformazione delle materie plastiche per i mercati delle Infrastrutture, Edilizia, Automotive, Agricoltura, Farmaceutico e Medicale ma non solo.

Appena varcata la porta a vetri dell’edificio, un macchinario risalente all’anno di fondazione attira la nostra attenzione e conduce il nostro sguardo al ‘panorama’ sullo sfondo: la fabbrica. Qui si possono vedere contemporaneamente gli addetti che lavorano con le mani i singoli pezzi, all’insegna dell’artigianalità, e le enormi linee di estrusione di materie plastiche automatizzate, ma supervisionate sempre dal personale. L’uomo e la macchina – viene da pensare – possono collaborare al meglio, a differenza di quanto emerge da certi allarmi tecnofobi.

Ad accoglierci c’è Clemente Bausano, Vice President di Bausano & Figli e nipote dell’omonimo fondatore. La carica di Presidente è invece ricoperta dal padre Eraldo che è una presenza fissa sia in fabbrica sia negli uffici dell’azienda, accanto ai nipoti Giovanni e Valentina Bausano che insieme con Clemente dirigono l’azienda. “Il vantaggio di essere un’impresa familiare è quello di riuscire a far sentire i collaboratori parte di questa famiglia, più coinvolti e più tranquilli”.

Negli anni l’azienda è cresciuta costantemente e ha allargato i suoi confini arrivando fino in Brasile e in India. “Il nostro fatturato complessivo è di 25 milioni di euro, di cui 18 milioni in Italia. La maggior parte dei 100 dipendenti, circa 80, lavora qui a Rivarolo Canavese dove c’è la produzione dei manufatti meccanici”.

La digitalizzazione con Softeam

Clemente Bausano

L’azienda sta percorrendo con decisione la strada della digitalizzazione volta a incrementare sia l’efficienza dei propri processi aziendali sia le prestazioni delle macchine progettate per i clienti: una dimostrazione del fatto che anche un’impresa che trasforma materie plastiche può diventare una ‘fabbrica del futuro’.

“Tra le nostre esigenze c’era quella di personalizzare maggiormente le offerte, di ottimizzare i processi di Sales e post-vendita e di tracciare meglio gli ordini delle distinte base”, racconta il Vice President. Nel 2017 la strada di Bausano ha incontrato quella di Softeam, azienda attiva da oltre 35 anni nella progettazione software e nella consulenza informatica, che ha risposto a questi bisogni attraverso attraverso Lyra CRM, Offer & Service Management, strumento di Customer Relationship Management (CRM): “Un prodotto fatto su misura per chi produce macchinari e verticalizzato sui nostri processi”.

Nel settore manifatturiero non è così comune vedere un’azienda che analizza i dati per migliorare le proprie performance di business. Bausano utilizza lo strumento a 360 gradi, ottenendo una visione unificata del cliente: tutte le fasi della relazione azienda-cliente (prevendita, vendita, post-vendita, Marketing, tracciabilità della produzione) sono monitorate e tracciate in un unico contenitore per offrire un servizio sempre più personalizzato ed efficiente.

“L’analisi dei rapporti con i clienti è più efficiente se consultabile da un unico ‘contenitore’ come se fosse in cloud, modificabile da remoto. Inoltre si possono studiare sulla piattaforma i Key Performance Indicator (KPI) relativi all’attività dei commerciali e i nostri tecnici possono lavorare sul sistema integrato ed effettuare modifiche da qualsiasi luogo”. Attraverso un unico CRM è quindi possibile monitorare attività di lead di possibili clienti, commesse, Marketing, Sales, assistenza e servizi. Si tratta di vantaggi fondamentali per chi fa del rapporto con il cliente il suo punto di forza e vede questo rapporto in un’ottica B2C. “Il prossimo passo è il collegamento del CRM con l’area riservata ai clienti sul sito web dell’azienda”. Dall’ufficio tecnico fino all’area di test, tutti i reparti sono integrati tra loro.

Affiancata da Softeam, Bausano effettua anche un’apposita formazione degli addetti su questi strumenti digitali, oltre ad aver individuato alcune figure interne che si occupano di aiutare i colleghi ad ampliare le proprie competenze. “In azienda convivono diverse generazioni, dal 60enne al 20enne, che si trasmettono a vicenda messaggi e competenze di grande valore”.

L’articolo integrale è pubblicato sul numero di ottobre 2019 di Sistemi&Impresa.
Per informazioni sull’acquisto di copie e abbonamenti scrivi a daniela.bobbiese@este.it (tel. 02.91434400)

bausano, fabbrica digitale, Manifatturiero, softeam

FabbricaFuturo è il progetto di comunicazione rivolto a tutti gli attori del mercato manifatturiero (responsabili delle direzioni tecniche, imprenditori e direzione generale, responsabili organizzazione e HR) che ha l’obiettivo di mettere a confronto le idee, raccontare casi di eccellenza e proporre soluzioni concrete per l’azienda manifatturiera di domani.

Nasce nel 2012 dalla rivista Sistemi&Impresa come reazione alla crisi finanziaria del 2011. Negli anni il progetto è cresciuto significativamente, parallelamente alla definizione di politiche pubbliche in ambito industria 4.0 (Piano Calenda e successivi).
Oggi FabbricaFuturo affronta i temi legati al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), per offrire alle aziende gli strumenti per affrontare le sfide nella fabbrica di domani.

Contatti

ESTE – Edizioni Scientifiche Tecniche Europee Srl

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
P.IVA: 00729910158
TEL: 02 91 43 44 00

Per informazioni commerciali:
commerciale@este.it
Cookie Policy | Privacy Policy

Iscriviti alla Newsletter